Skip to content

“Salvare Alitalia è un dovere morale”, ma di chi? E perché?

“Salvare Alitalia è un dovere morale!”. Ho sentito questa frase ad un Tg, durante un servizio dedicato alla crisi della compagnia aerea di bandiera. La frase è stata detta da uno dei “nostri signori della politica” del quale non voglio fare il nome.

Non voglio entrare nel merito della vicenda di Alitalia perché, credetemi, è un garbuglio pazzesco! Vi dico solamente che, a partire dalla privatizzazione degli Anni ’90, la società non ha avuto pace.

Oggi non si parla di altro che dei due milioni di euro di perdite al giorno, del referendum tra i dipendenti e delle tante soluzioni fantasiose che vengono dalla politica per salvare i lavoratori Alitalia dalla disoccupazione e, soprattutto, per salvare la faccia (e il c***!) dei dirigenti la compagnia.

Adesso tacciatemi pure di fare populismo e demagogia, di essere qualunquista! È stato più forte di me: la frase “Salvare Alitalia è un dovere morale”, mi ha ferita ed estremamente indignata.

Il mio pensiero è immediatamente andato ai piccoli imprenditori che in questi anni han dovuto licenziare i loro dipendenti; a quelli che han dovuto dichiarare fallimento; a quelli che si sono suicidati. Per non parlare di tutti quei lavoratori con famiglie a carico che si son trovati senza più lo straccio di un impiego.

Il-Grinch-si-mette-in-tiro-e-prende-il-volo-con-Alitalia-696x392Certo, sia chiaro: non mi fa piacere che Alitalia sia alla frutta! E mi rammarica che il futuro di migliaia di suoi dipendenti sia appeso ad un filo. Eppure la loro situazione non dovrebbe essere diversa da quella dei tanti altri lavoratori italiani licenziati, cassaintegrati, esodali. Il fatto di indossare la divisa della compagnia aerea di bandiera non deve rappresentare un privilegio rispetto a chi non la indossa! E non me ne vogliano i dipendenti Alitalia: la mia è un’osservazione legata ad un principio di eguaglianza di diritti tra tutti i cittadini, quello stabilito nella Costituzione.

E poi mi domando: dopo aver salvato le banche, adesso gli italiani dovranno salvare anche Alitalia? E cos’altro verrà chiesto ai cittadini in termini di sacrifici? Non bastano quelli che già si fanno?

Meditate, gente, meditate.

 

Florinda

Florinda

Nata a Bari e cresciuta nell'interland, zitella per scelta altrui, da sempre "personaggio" controcorrente, si spende affinché la Cultura diventi di moda più dei tatuaggi (lei ne ha 9... per ora!) e i giovani imparino che essere individualisti (con una puntina di egocentrismo) è decisamente più appagante del farsi inglobare in un unicum omologato fatto di rituali e convenzioni. Se un dio esiste, lei gli ha chiesto in dono un cervello funzionante rinunciando ad un bel décolleté!

Articoli - Website

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...