Skip to content

Un matrimonio e tanti, ma tanti guai – terza ed ultima puntata

Carissimi Lettori, abbiamo lasciato i nostri sposi alla fine della lunga ed estenuante festa del loro matrimonio. [http://infinita-mente.com/2016/08/02/matrimonio-tanti-guai-2punt/] Esausti per aver passato le ultime 24 ore senza dormire, in uno stato di agitazione che si è spento lentamente e soprattutto dovendo sorridere a tutti fino a farsi venire una paresi facciale!Un matrimonio e tanti, ma tanti guai

Avete mai notato che gli sposi, mentre sono seduti al loro tavolo al centro della sala si parlano spesso all’orecchio? Io credo si chiedano a vicenda: “Ma chi ce l’ha fatto fare?”. Infatti! Chi ve lo fa fare? State spendendo un sacco di soldi per la giornata più pesante della vostra vita. Con la metà avreste potuto andare a passare un mese di vacanza in un resort 5 stelle in qualche fantastico paradiso terrestre!

Comunque, dai, è finita. Adesso finalmente a casa a dormire. Le valigie per la luna di miele sono pronte quindi riposate bene, mi raccomando!

Ma gli sposini non hanno fatto i conti coi loro carissimi amici, simpatici come un dito in un occhio!

Come tradizione vuole, non esiste matrimonio che si rispetti senza addio al celibato e al nubilato, ma soprattutto senza gli scherzi ai neo-coniugi che, dopo l’intensa giornata, hanno solamente voglia di buttarsi sul letto e piombare in un sonno profondo. Ed ecco, subito, il primo scherzo: la macchina piena di palloncini e mummificata dentro chilometri di carta igienica. E le chiavi sono nascoste in uno dei palloncini perciò, miei novelli sposi, vi tocca scoppiarli tutti, uno alla volta! Gli amici sono lì, nascosti nel parcheggio a godersi lo spettacolo e saltan fuori ridendo, scattando foto e divertendosi… loro!

Ok… recuperate le chiavi, si va a casa… di corsa. Ma anche lì, niente pace: confetti e lenticchie tra le lenzuola, sveglie nascoste ovunque che suonano ogni mezz’ora durante tutta la notte, pellicola tesa sul water (questo è lo scherzo peggiore!). Finalmente, dopo ore a combattere con la goliardia degli amici, gli sposi si possono finalmente addormentare. Ma sono arrivate le 5 del mattino ed alle 7:45 devono essere al gate di imbarco dell’aeroporto. È inutile pure stendersi!

Bella la prima notte di nozze!!!

Le coppie di novelli sposi in partenza si riconoscono subito: valigioni al seguito, aria assonnata, ancora i chicchi di riso nei capelli e la paresi sul viso, si trascinano verso l’imbarco di aerei o navi. Lli riconoscete anche dal fatto che si fanno foto ogni 5 secondi con le fedi lucide in bella mostra. E se sono una coppia “social” gli scatti vengono pubblicati in tempo reale su Instagram, Facebook e in ogni dove ad uso e consumo di amici e parenti curiosi, ma soprattutto per far crepare di invidia ex e rosiconi!

Il matrimonio, inteso come cerimonia, è archiviato, finalmente! Gli sposi presto torneranno dalla luna di miele, magari in tre… chissà.

Che dire? Tutto è bene quel che finisce bene!

Finisce? Macché, miei cari sposi! È appena cominciata e se credevate che superare indenni la giornata delle nozze sarebbe stata la vostra prova più ardua siete degli illusi!

È ora che arriva il bello! È adesso che la strada si fa ripida, in salita con la pendenza al 97%.

La vita di coppia non è una passeggiata e, a volte, l’amore non basta per far funzionare le cose. Ma non voglio che adesso, miei cari Lettori, vi rattristiate. È per questo che decido di fermarmi qui e lasciare i nostri sposi al loro matrimonio e ai tanti, ma tanti guai che avranno.

A loro solamente un augurio sincero: che l’affetto reciproco, l’intelligenza e la voglia di superare le difficoltà insieme possano aiutarli a superare ogni ostacolo.

Insomma auguri e figli maschi… ma pure femmine!

A quanti ancora non hanno pensato di convolare a nozze (giuste o sbagliate che siano), un consiglio: rifletteteci bene. Molto bene! In fondo il matrimonio è solamente un contratto. E i sentimenti non hanno bisogno iìdi firme!

Meditate gente, meditate… e sorridete sempre!

Florinda

Florinda

Nata a Bari e cresciuta nell'interland, zitella per scelta altrui, da sempre "personaggio" controcorrente, si spende affinché la Cultura diventi di moda più dei tatuaggi (lei ne ha 9... per ora!) e i giovani imparino che essere individualisti (con una puntina di egocentrismo) è decisamente più appagante del farsi inglobare in un unicum omologato fatto di rituali e convenzioni. Se un dio esiste, lei gli ha chiesto in dono un cervello funzionante rinunciando ad un bel décolleté!

Articoli - Website

One Comment

  1. Mari Mari

    Ho fatto bene io al mio primo matrimonio:sposo,sposa,cerimoniere e testimoni. Pranzo 8 tra gli amici di sempre!
    Secondo matrimonio: ancora da fare ,ma sulla stessa scia (tranne il divorzio,spero)!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...