Skip to content

Se proprio ci tieni… buon San Valentino!

Poteva mancare una mia riflessione sulla festa di San Valentino? ASSOLUTAMENTE NO!!! Voglio iniziare spiegando chi era questo santo.

san_valentino_da_terni
San Valentino da Terni

Valentino fu Vescovo di Terni, patrono degli innamorati e protettore degli epilettici. Fu martire per decapitazione a 97 anni (un ragazzino!), il 14 febbraio del 273 d.C.

Perché San Valentino è diventato patrono degli innamorati? Perché pare abbia unito in matrimonio una cristiana con un centurione romano il quale, scoperto che la sua futura sposa era morente, decise di contrarre il sacramento del battesimo prima delle nozze per restare con lei anche oltre la morte. E insieme morirono felici e contenti!

Oggi, di tutto questo non si ha memoria alcuna (io mi sono documentata utilizzando la mia cara vecchia enciclopedia cartacea Rizzoli ormai molti anni fa!) e si scambia questa ricorrenza cristiana per una festicciola farcita di fiori, cioccolatini, pelouches, cenette a lume di candela. Insomma, un po’ come succede per il Natale, per l’Epifania, per la Pasqua!

Io, l’ho detto già tante volte, sono atea. Della religione non dovrebbe interessarmi nulla eppure resto sempre indignata dal vedere come i sedicenti cristiani-cattolici riescano a lucrare sulla loro Fede, senza rispetto alcuno per essa (ma il tema dell’incoerenza tra insegnamenti cattolici e comportamenti dei fedeli lo procrastinìamo ad altro post). Resta lampante, tuttavia, quanto i cattolici siano gli unici “seguaci” di un Credo capaci, come tanti moderni re Mida, di trasformare in business la nascita del loro Redentore, la sua morte sulla croce, il sacrificio dei propri martiri.

Torniamo alla festa di San Valentino. Io non sono a favore di questa festa né da single né da accompagnata proprio a causa del travisamento del valore reale di questa ricorrenza. La mia avversione affonda le radici non già nell’invidia da vecchia zitella, ma proprio in quella indignazione che provo verso la mercificazione delle ricorrenze cristiane. E ancor di più nel profondo fastidio che provoca in me l’ipocrisia sconcertante di questa giornata (ma anche di altre: Domenica delle Palme in primis!). Ed eccoci al nocciolo della questione: l’ipocrisia di tante, troppe persone!

IMG_20170214_055632“TVB”, “ti lovvo”, “ti amo”, “ti adoro”, “amore”, “cuore”, “vita mia”… parole, parole, parole, soltanto parole che non hanno quasi mai un significato reale e profondo né per chi le dice né per i destinatari delle stesse. E “parliamo di parole”! E se passassimo “dalle parole ai fatti”?

Primo e più importante fatto: il BACIO! Ormai oggi il bacio è il gesto più inflazionato al mondo! Tutti baciano tutti! E ci stanno i baci di una madre al figlio, dei nonni ai nipotini, del Papa ai suoi fedeli, tra chi si vuole veramente bene o tra chi si ama. Quello che non mi spiego sono le smancerie gratuite ed ipocrite (eccola qui, l’ipocrisia, la malattia più endemica del mondo!) fra persone che non si vedono per secoli, poi si incontrano per caso e … Smuuuuuuack a destra… Smuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuack a sinistra… ma per favore!!!

Il bacio (Hayez)
Il bacio (Hayez)

E vogliamo parlare del “bacio alla francese”? Esci con uno/a e, dopo una serata conviviale con birra, noccioline e quattro risate, lui/lei prova a frullare la tua lingua con la sua (stile Minipimer a immersione!). PERCHÉ? Io credevo che quel tipo di bacio fosse il “sugello” di emozioni e sentimenti, non il saluto post serata “all’amicizia”!

Discorso analogo per il SESSO: si fa per il piacere carnale. Ok, lo capisco… ma dopo, per favore, non dite “Ho fatto l’amore”, ma “Ho fatto sesso”… “Ho scopato”… quel che vi pare, ma l’Amore lasciatelo a chi si ama davvero!!!

Dulcis in fundo, parliamo di COPPIE. Ne parliamo?… Avete detto sì?… Siete sicuri di volere che vada avanti?… Ok, come volete voi!

coppiaparlapertelowwq3Esistono tanti tipi di coppie, ma rimando anche la trattazione di questo tema ad altro post.
È mia intenzione, qui ed ora, parlare solo delle “coppie di facciata”. Qualcuno avrà già capito di chi o di cosa parlo. Parlo di quelle coppie in cui uno dei due (se non entrambi) tradisce e, dopo, torna a casa, guarda intensamente negli occhi il/la partner, l’abbraccia dicendo “Ti amo” e, di fronte alle effusioni ricevute, si affretta ad aggiungere “Sono a pezzi, ho avuto una giornata movimentata! Che ne dici se ceniamo e poi andiamo a dormire? Sto crollando!”. E ti credo che sei a pezzi!!! E ti credo che stai crollando!!! E ti credo che la giornata è stata movimentata!!! Hai fatto sesso per ore… peccato però che l’altra persona con cui l’hai fatto non è la stessa a cui dici “Ti amo”!!!

diamanti-hongkong1E queste sono le coppie che, più di altre, arricchiscono il business di San Valentino. Più di chiunque altro, sono loro quelli che “festeggiano”. È il loro modo per lavarsi la coscienza dei 364 altri giorni in cui mettono le corna. (Santa Ipocrisia!!!). E più il regalo è grosso, più è grave il segreto misfatto da esorcizzare. Occhio, dunque, ai regali che ricevete oggi!

Detto ciò, amici miei, stasera (single e non, fedeli e non) guardatevi attorno: tori e mucche, alci e renne saranno tra voi! Buon San Valentino a tutti … se non sono riuscita a rovinarvelo io!

cupido-morto

Florinda

Florinda

Nata a Bari e cresciuta nell'interland, zitella per scelta altrui, da sempre "personaggio" controcorrente, si spende affinché la Cultura diventi di moda più dei tatuaggi (lei ne ha 9... per ora!) e i giovani imparino che essere individualisti (con una puntina di egocentrismo) è decisamente più appagante del farsi inglobare in un unicum omologato fatto di rituali e convenzioni. Se un dio esiste, lei gli ha chiesto in dono un cervello funzionante rinunciando ad un bel décolleté!

Articoli - Website

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...